I VINCISGRASSI NON SONO LASAGNE 

I vincisgrassi alla maceratese sono unprimo piatto tipico della Provincia di Macerata a base di sfoglia di pasta all’uovo, sugo di carne, besciamella e formaggio. L’antica ricetta è molto diffusa sul territorio regionale e nella variante maceratese si caratterizza per l’uso di alcuni ingredienti specifici.

Non chiamatele lasagne, perché i “Vincisgrassi alla maceratese” sono un piatto unico e, adesso che sono stati codificati in un disciplinare riconosciuto dall’Europa, anche da realizzare a regola d’arte. Il piatto tipico delle nonne e della tradizione contadina locale, infatti, ha recentemente ottenuto il riconoscimento Stg (Specialità tradizionale garantita) in cui si garantisce che il nome “Vincisgrassi alla maceratese” possa essere utilizzato solo nel rispetto della ricetta tradizionale.

Ma come si prepara questo piatto tipico???

Si tratta di un piatto povero, fatto con gli ingredienti che si avevano in campagna, come la carne degli animali da cortile e le rigaglie di pollo , composto da almeno sette strati di pasta in cui, oltre alla farina e alle uova viene aggiunto un po’ di vino cotto, e pochissima besciamella, di modo che lo scacco (così si chiama la porzione ) possa formare un po’ di crosticina sullo strato superiore».
Per preparare la pasta (per sei persone), infatti, occorrono otto uova fresche di gallina e due tuorli; un chilo di farina di grano tenero o farina di grano duro; un cucchiaio di olio extra vergine di oliva o di burro sciolto e due cucchiai di vino cotto o, in alternativa, Marsala Dop.

Una delle caratteristiche del sugo, invece, in cui possiamo trovare anche colli, ali e zampe di pollo, anatra o oca, è che «la carne non deve essere macinata, ma sfilacciata e fatta bollire lentamente con gli odori e il pomodoro, fino a quando la salsa si ridurrà della metà e la carne risulti ben cotta